crioterapia-benefici-controindicazioni-dimagrireLa crioterapia sta diventando sempre più utilizzata in vari ambiti, sia nell’estetica che per la salute o il benessere fisico in generale.
Allora, di che si tratta? Cos’è esattamente? Possiamo definire questa tecnica una “cura del freddo”.

Un modo di usare le basse temperature per curarti, tonificarti, darti un plus di vitalità e sostegno.
Ma come funziona? In realtà ci sono diverse applicazioni, e tutte si servono di tecnologie all’avanguardia, per arrivare al miglior risultato possibile. Vediamole nel dettaglio.

Crioterapia – Le Sue Applicazioni

Criochirurgia

Non c’è niente di meglio, per sistemare alcuni problemi della pelle – fibromi, macchie, verruche – che fare ricorso all’azoto.
Con una piccola bruciatura, portata con un bastoncino, questo materiale freddissimo distrugge le imperfezioni cutanee, rimuovendole per sempre.
Questa è una tecnica già in uso da molto tempo, che però oggi risulta ancora più varia e ricca. Volete un esempio? Con l’azoto si può eliminare il grasso sulla cute, e anche la cellulite.
Non da ultimo, le sue applicazioni più avanzate permettono di ottenere benefici a livello muscolare.

Crioterapia Sistemica

Dietro questo nome un po’ criptico – “crioterapia sistemica” – si nasconde in realtà una pratica in uso già da molti anni, soprattutto nel
Nord Europa. E’ una branca fondamentale della medicina alternativa: il freddo è efficacissimo per combattere gli effetti di contusioni, botte,
traumi. Non solo contiene il dolore, ma ha un impatto molto positivo sulla circolazione. Quindi si può immergere la parte lesa nell’acqua ghiacciata, o applicarvi la classica “borsa del ghiaccio”. I benefici sono immediati e durevoli.

Criocamere o criosaune

Negli ultimi anni, grazie alla tecnologia, i limiti della cura del freddo si sono spostati ancora più in là. In appositi centri specializzati è possibile immergersi nelle criocamere, dette anche “casse refrigeranti”. In queste stanze la temperatura raggiunge livelli bassissimi – dai – 90 ai – 130 gradi! – per una durata di circa tre minuti.
Durante la seduta di Criocamera, la persona viene avvolta unicamente da aria fredda e questo la differenzia da altre tecnologie analoghe presenti sul mercato, che prevedono invece un contatto diretto con i vapori di azoto e che, pertanto, non consentono di includere collo e testa nel trattamento.

Includendo queste parti del corpo, invece, avviene una stimolazione diretta dell’ipotalamo e quindi del sistema nervoso centrale, che
potenzia l’efficacia del trattamento stesso e genera maggiori benefici su tutto l’organismo, sia dal punto di vista fisico sia psicologico, con un
miglioramento dell’umore.
A seconda delle proprie caratteristiche, e degli obiettivi che si vogliono raggiungere – perdere peso, tonificare la pelle o recuperare l’attività delle articolazioni – la durata dei cicli e la loro intensità può cambiare.

I benefici sono tanti e importanti: a livello di salute generale, l’esposizione alle basse temperature stimola la circolazione sanguigna, il
sistema endocrino, il sistema immunitario e il sistema nervoso centrale. Inoltre, il trattamento ha anche un effetto antiossidante e anti-aging e un’azione di stimolazione del metabolismo e di potenziamento delle difese immunitarie.
In ambito beauty, il trattamento di Criocamera ha un effetto snellente, dimagrante, anti-cellulite e anti-aging, con  rallentamento dei processi di invecchiamento cellulare, riduzione della massa grassa e della cellulite.

La pelle, inoltre, ne esce più tonificata e luminosa e problematiche epidermiche come la psoriasi e la dermatite atopica possono trarne giovamenti. Ogni seduta brucia in media dalle 300 alle 500 calorie, che possono arrivare a 800 se abbinata a una serie di esercizi specifici,
come cyclette, step o tapis roulant.

Se si parla di sport, la Criosauna ha grande efficacia nel trattamento degli infortuni, per il miglioramento della forza e del tono muscolare
dell’atleta e per un più rapido recupero post allenamento. Il dispositivo è in grado di aumentare la forza e la resistenza muscolare, ridurre
l’infiammazione e dona effetti benefici immediati in caso di lesioni muscolari, sindromi miofasciali, tendiniti acute o da sovraccarico e lesioni
cartilaginee.

The Frozen Machine

La crioterapia adesso è applicata anche al mondo tricologico, in caso di capelli che necessitano rivitalizzazione, perché  danneggiati e fragili,
proteggendoli dagli effetti di decolorazione, colorazione o stiratura chimica. Il procedimento richiede l’utilizzo di una piccola macchina,
che sembra una piastra per i capelli, che non li scalda ma arriva -16° C.
Si chiama Frozen Machine.
La bassa temperatura e i prodotti ad hoc creano uno scudo protettivointorno al capello. La metodologia importata dal Brasile è stata portata
in esclusiva in Europa dall’italiana GAM Cosmetics.

Naturalmente la crioterapia ha delle controindicazioni e può avere anche effetti collaterali. Per poter usufruire della crioterapia è necessario un parere medico.

I costi della crioterapia sono estremamente variabili e dipendono principalmente dal tipo di terapia, con la sua diffusione anche perchè la crioterapia, nello specifico la criosauna viene utilizzata per il dimagrimento all’interno di diete.

Recommended Posts