lipofilling-costi-utilizziIl lipofilling è una tecnica di chirurgia estetica sempre più utilizzata che consente di rimodellare talune zone del corpo che per naturale conformazione, o a seguito di rigorose diete dimagranti, stress e invecchiamento, possono apparire svuotate o non sufficientemente proporzionate.
L’intervento non è dissimile dall’inserimento dei filler.
L’unica significativa differenza è data dal fatto che qui la sostanza di riempimento utilizzata non è estranea all’organiamo, trattandosi dello stesso tessuto adiposo (grasso autologo) di chi si sottopone all’intervento.
Grasso che viene prelevato dalle zone in cui è presente in eccesso (addome, fianchi, cosce) e reimpiantato nelle aree che si vogliono rendere più voluminose (viso, seno, glutei, polpacci).
Sono in genere le donne a richiedere un tale tipo d’intervento, le più giovani al fine di volumizzare le labbra, gli zigomi e il seno; dai 40 anni in su, per restituire, piuttosto, pienezza e freschezza al viso.

Lipofilling: utilizzo

Generalmente il lipofilling viene eseguito per:

•Definire zigomi, guance e mento

•Ridelineare il viso

•Appianare le rughe

•Volumizzare labbra sottili

•Riempire glutei e polpacci

•Rimodellare un seno cadente o poco sporgente.

Lipofilling: preparazione e procedura

Prima dell’intervento di lipofilling , il medico potrà richiedere l’esecuzione di alcuni esami di laboratorio, di un elettrocardiogramma e, nel caso sia interessato il seno, anche di un’ecografia mammaria.

L’intervento ha una durata variabile a seconda dell’area trattata e dell’anestesia utilizzata che potrà essere locale con sedazione, o generale.
A seconda della rilevanza dell’intervento e del tipo d’anestesia, potrà rendersi necessario il ricovero in day-hospital o una breve degenza in clinica.
Il lipofilling, viene praticato senza ricorrere a tagli, ma attraverso l’uso di microcannule, sicché, pur essendo una tecnica chirurgica, non lascia segni cicatriziali.
Il tessuto adiposo viene aspirato tramite una normale cannula da liposuzione del diametro di 3/5 mm, quindi, dopo esser stato centrifugato e depurato, viene immesso nelle zone da trattare.

Lipofilling: effetti collaterali

Dal momento che si utilizzano le proprie cellule, non possono svilupparsi reazioni allergiche.
Nelle ore successive all’intervento potrebbero manifestarsi effetti collaterali quali malessere generale, un lieve gonfiore e, in alcuni casi, una leggera sensazione di indolenzimento.
La formazione di piccoli ematomi ed ecchimosi nei giorni immediatamente successivi all’intervento è da considerarsi un evento pressoché normale.
Così come un eventuale lieve rialzo termico.

Sia il gonfiore che l’indolenzimento, nonché le ecchimosi e la febbricola, sono comunque destinati a risolversi nel volgere di alcuni giorni per cui, dopo poche settimane, il paziente sarà già in grado di tornare alla vita normale.
Il risultato ottimale dell’intervento si raggiungerà comunque nell’arco di circa sei mesi.

Lipofilling: controindicazioni

Prima e dopo l’intervento, per un paio di settimane sarà opportuno evitare l’assunzione di aspirina e di altri farmaci antinfiammatori dal momento che tali farmaci possono alterare la coagulazione del sangue.
E’ inoltre consigliabile smettere di fumare per un mese prima e dopo l’intervento poiché il fumo può interferire con l’attecchimento del grasso e favorire l’insorgenza di infezioni.

Lipofiller: durata

Come già detto, il lipofiller consiste nell’innestare nelle zone desiderate, piccolissimi lobuletti di grasso prelevati in altre aree.
Il grasso trapiantato da una zona corporea ad un’altra, sopravvive grazie al fatto che, tra zona ricevente e i lobuli di grasso, si generano nuove connessioni vascolari.
Ciò nonostante la percentuale di attecchimento non supera il 60% del grasso impiantato.
Persino l’associazione tra il lipofilling e i fattori di crescita piastrinici (PRP), pur consentendo percentuali di attecchimento superiori, non risolve a fondo il problema.
Ciò implica che parte del grasso impiantato andrà incontro nell’arco di 6-8 mesi circa, ad un progressivo riassorbimento.
Ne deriva che a distanza di 6-12 mesi, si renderà necessaria una seconda procedura di lipofilling.

Lipofilling:costi

Se utilizzato a scopo ricostruttivo, il lipofilling è un trattamento completamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale.
Così non avviene quando ha finalità esclusivamente estetiche, sicché, a seconda dell’area da trattare e dello specialista che esegue il trattamento, il costo può variare da 2.000 a 5.000 euro.

Siamo i collaboratori di Voletevi Belli. Sempre alla ricerca di soluzioni per aumentare il benessere e la qualità vita.

Recommended Posts

Leave a Comment

liposuzione-costi-rischirinoplastica-costi-prezzi